INACCETTABILI: CANCELLAZIONE OPZIONE DONNA ED INTRODUZIONE QUOTE 102 E 104

Per la Cisl si tratta di ipotesi inaccettabili nel merito e nel metodo.

MAI PIU' FASCISMI !

ROMA OGGI SABATO 16 OTTOBRE IN PIAZZA SAN GIOVANNI ANCHE LA CISL PAVIA-LODI ERA PRESENTE!

GREEN PASS E' LEGGE DA OGGI SI APPLICA

DL GREEN PASS: COME FUNZIONERA' NEI LUOGHI DI LAVORO

SICUREZZA SUL LUOGO DI LAVORO

SBARRA: POSITIVO L'INCONTRO TRA ORGANIZZAZIONI SINDACALI E GOVERNI DRAGHI

NO VAX: NON CI FACCIAMO INTIMIDIRE. SABATO 16 MANIFESTAZIONE A ROMA

LE SEDI CISL SOTTO ATTACCO DA GIORNI: EPISODI NEL MANTOVANO E NEL BRESCIANO. IERI A ROMA ASSALTATA LA SEDE NAZIONALE DELLA CGIL

CARREFOUR: PRESENTATO PIANO RILANCIO ESUBERI E CESSIONE DI 106 NEGOZI

La preoccupazione è per i 900 esuberi dichiarati che in realtà secondo Fisascat potrebbero diventare almeno il doppio con la cessione dei punti vendita.

FISASCAT CISL PAVIA-LODI: RIUNITO IL CONSIGLIO GENERALE A PAVIA

Giornata di lavoro per il Consiglio Generale della Fisascat Cisl Pavia-Lodi in vista del prossimo congresso.

CONSIGLIO GENERALE FILCA CISL MACRO AREA OVEST

RIUNITI A COMO I 4 CONSIGLI GENERALI DELLA FILCA MACRO-AREA OVEST

SBARRA: NOI SIAMO PRONTI AD ACCETTARE LA SFIDA. CON LA CONCERTAZIONE IL PAESE RIPARTIRA'

La concertazione non è una parola astratta. E’ la via necessaria per gestire nella responsabilità la fase di ripartenza del Paese.

RIFORMA LEGGE 23 SANITA' IN PROVINCIA DI PAVIA

INCONTRO CONFEDERARE SUL TEMA DELLA SANITA' NEL TERRITORIO PAVESE E SUL POSSIBILE RILANCIO E RIFORMA DELLA LEGGE REGIONALE 23

SBARRA: POSITIVO L'INCONTRO CON CONFINDUSTRIA

VACCINO UNICA ARMA CHE ABBIAMO CONTRO IL COVID. REGISTRATA COMUNE CONVERGENZA

PRESIDIO UNITARIO SANITA'

LA DELEGAZIONE CISL PAVIA LODI A PALAZZO LOMBARDIA PRESIDIO SANITA'

CISL PAVIA LODI SABATO 26 GIUGNO IN PIAZZA A TORINO

MANIFESTAZIONE UNITARIA CGIL CISL UIL A TORINO IN PIAZZA CASTELLO. LA UST CISL PAVIA LODI IN PIAZZA DALLE 9:00

PROCLAMAZIONE SCIOPERO GENERALE GUARDIE GIURATE SERVIZI FIDUCIARI E SICUREZZA

 

 
   

 

Roma, 11 dicembre 2020

 

Oggetto: Vertenza per il rinnovo del CCNL per i Dipendenti da Istituti ed Imprese della Vigilanza Privata e dei Servizi Fiduciari 2013/2015, Proclamazione sciopero generale nazionale di categoria.

 

Spett.li ASSIV

 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

UNIV

 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

ANIVP

 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lega Coop Produzione e Servizi

 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Confcooperative Lavoro e Servizi

 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

AGCI Servizi di lavoro

 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

e,p.c.: Spett.le

Commissione di Garanzia dell’Attuazione della Legge sullo Sciopero nei Servizi Pubblici Essenziali

 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Spett.le

Ministero dell’Interno DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA

Ufficio    per    gli    Affari    della    Polizia Amministrativa e Sociale

 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

Spettabili Associazioni,

 

ai sensi delle norme sull'esercizio del diritto di sciopero nei servizi pubblici essenziali e sulla salvaguardia dei diritti della persona costituzionalmente tutelati di cui alla Legge 12 giugno 1990, n.146 e s.m.i., nonché della Regolamentazione provvisoria delle prestazioni indispensabili per il settore della vigilanza, sicurezza e ordine pubblico adottata a maggioranza dalla Commissione di garanzia con delibera n.06/431 del 19 luglio 2006 e pubblica in G.U. n.183 dell’8 agosto 2006;

 

stante l’esito negativo del tentativo di conciliazione esperito nell’ambito della procedura di raffreddamento ex L.146/90 e s.m.i. svoltosi in data 11.12.2020 in modalità video conferenza;

 

preso atto che codeste Associazioni datoriali, del tutto indifferenti allo stato di enorme disagio originato dal mancato rinnovo del CCNL per i Dipendenti da Istituti ed Imprese della Vigilanza Privata e dei Servizi Fiduciari scaduto dal lontano 31 dicembre 2015;

 

SI COMUNICA QUANTO SEGUE.

 

Anche ai sensi e per gli effetti dell’art. 4 della summenzionata Regolamentazione provvisoria delle prestazioni indispensabili e delle altre misure di cui all'art. 2 comma  2, Legge n.146/1990, come modificata dalla legge n. 83/2000, le scriventi OO.SS. con la presente, nel rispetto del previsto termine di preavviso, sono a proclamare, la mobilitazione delle lavoratrici e dei lavoratori dipendenti a cui viene applicato il CCNL in parola.

 

La durata e la modalità di attuazione di tale mobilitazione saranno le  seguenti: astensione dal lavoro per tutti i turni di lavoro ricadenti nella giornata del 24 dicembre 2020 delle lavoratrici e dei lavoratori impiegati in attività diverse dai servizi    di sicurezza aeroportuale;

 

Non rientrano nella predetta proclamazione di sciopero gli addetti ai servizi di controllo in ambito aeroportuale affidati in concessione (controllo dei passeggeri in partenza ed in transito; controllo radioscopico o con altri tipi di apparecchiature del bagaglio al seguito dei passeggeri; controllo radioscopico o con altri tipi di apparecchiature dei bagagli da stiva, della merce e dei plichi dei corrieri espresso).

 

Le motivazioni dello sciopero sono rappresentate dallo stato di sofferenza e di profondo disagio dei lavoratori e delle lavoratrici ingenerato dal lungo periodo di tempo intercorso dalla scadenza del CCNL. Infatti, i trattamenti normativi e retributivi della categoria non hanno conosciuto alcun miglioramento, determinando rilevante nocumento patrimoniale, carenza di tutele adeguate rispetto all’evoluzione del settore; tutto ciò malgrado l’impegno professionale e la dedizione profusi nel corso dell’emergenza sanitaria per garantire la continuità del servizio e per contribuire alla sicurezza pubblica.

 

Distinti saluti.