LOMBARDIA ZONA ARANCIONE: i dati di domenica 29

Domenica 29 novembre siamo in zona arancione - i dati Covid di Regione Lombardia

REDDITO DI EMERGENZA lL REM: domande entro il 30 Novembre

Inas Cisl offre un servizio certo e veloce: vieni a trovarci per l'ISEE passa prima al CAF Cisl

CISL PAVIA LODI APERTURA IN TUTTE LE SEDI- SERVIZI CAF ed INAS APERTI

Il DPCM ci impone di limitare gli accessi ma i servizi sono garantiti con appuntamento e distanziamento. Grazie agli Operatori Politici!

LOMBARDIA: CAMBIAMO PASSO PER RIPARTIRE!

LE PROPOSTE DI CGIL, CISL, E UIL LOMBARDIA INVIATE ALLA REGIONE E PER UN UTILE CONFRONTO CON LE AMMINISTRAZIONI LOCALI.

DPCM 3 NOVEMBRE IN VIGORE FINO AL 3 DICEMBRE

Il Presidente del Consiglio, Giuseppe ha firmato il Dpcm 3 novembre nuove misure per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da Covid-19.Italia in emergenza- Il Ministero della Sanità deciderà le chiusure.

GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE

La Scarpa Rossa di Cgil Cisl Uil Pavia dono delle maestranze del Teatro alla Scala di Milano alle OOSS pavesi

UFFICI INPS LOMBARDIA RIAPRONO AL PUBBLICO

AVVISO DIREZIONE GENERALE LOMBARDIA: da Lunedì 7 settembre previa prenotazione gli uffici inps riaprono al pubblico

LA CISL PAVIA LODI OGGI A TELEPAVIA

Nel pomeriggio di oggi alle ore 17:00 in diretta su TelePavia MilanoPavia TV canale 89 o 691 dt

STAV NON RISPETTA GLI ACCORDI

FIT CISL PAVIA LODI: scontro sulla contrattazione integrativa. L'Azienda non rispetta le intese raggiunte!

CONFRONTO GOVERNO SINDACATI: C'è L'INTESA PER ALTRE 12 SETTIMANE DI CASSA-COVID E BLOCCO DEI LICENZIAMENTI SINO A MARZO 2021

Furlan: ”Un passo avanti fondamentale. La decisione del governo consente un minimo di serenita' alla nostra gente”

MINISTERO DELLA SALUTE: dati Covid aggiornati e in continua crescita oltre 1800!

COVID: in continua crescita il numero dei positivi. Interessate anche le Scuole su tutto il territorio italiano.

RIPARTIAMO INSIEME DAL LAVORO!

Così Annamaria Furlan a Milano alla manifestazione unitaria in piazza Duomo del 18 - Gli "Eroi" della Sanità Privata già dimenticati attendono da 14 anni il rinnovo del contratto.

RIPARTITO IL CONFRONTO CON CONFINDUSTRIA: il Patto per la Fabbrica è un punto fermo per tutti!

Soddisfazione per questo incontro definito "utile" dalle parti. Furlan Si riapre la stagione dei rinnovi contrattuali!

LA MORESCHI DI VIGEVANO IN SCIOPERO

Lavoratori oggi in sciopero e in presidio al calzaturificio Moreschi di Vigevano: si attendono risposte concrete dalla nuova proprietà!

SOMMINISTRATI IN REGIONE LOMBARDIA

SEMPRE IN PRIMA LINEA NEI MESI DEL COVID

TERZO PRESIDIO UNITARIO DAVANTI A PALAZZO LOMBARDIA: LA SANITA' LOMBARDA

NELLA MATTINA TEZO ED ULTIMO PRESIDIO UNITARIO PRESSO IL PALAZZO DELLA REGIONE LOMBARDIA A MILANO

UN ANNO FA: MARTEDI 10 DICEMBRE PIAZZA SANTI APOSTOLI ROMA

Prima giornata di manifestazione unitaria a Roma in Piazza Santi Apostoli. Interventi di Landini, Furlan e Barbagallo. La Cisl Pavia-Lodi in piazza.(2019)

Annamaria Furlan alla Cisl di Pavia Lodi

Nella foto: Giovanni D'Antuono, Elena Maga, Ugo Duci ed Annamaria Furlan - Incontro con il consiglio generale Ust CIsl Pavia-Lodi

NOTIZIE dalla FILCA

CASSA EDILE DONA 100.000 EURO ALLA FONDAZIONE POLICLINICO S. MATTEO DI PAVIA

 

 

 

Le Parti Sociali dell’edilizia pavese si impegnano direttamente e offrono un aiuto concreto per superare l’emergenza sanitaria COVID 19

 

 CASSA EDILE PAVIA DONATI 100.000 EURO AL POLICLINICO SAN MATTEO

  

Pavia, 19 marzo 2020 – Cassa edile Pavia costituita dalle Parti Sociali dell’edilizia della Provincia di Pavia, Ance Pavia, Confartigianato Imprese Pavia, Confartigianato Imprese Lomellina, Cna Pavia, Associazione Artigiani dell’Oltrepò Lombardo, Associazione Artigiani di Pavia e Provincia, Associazione Varzese Artigiani, Associazione Artigiani della Lomellina di Mede e FenealUil, Filca Cisl, Fillea Cgil offre un sostegno concreto alla Fondazione Policlinico San Matteo donando 100.000 euro.

Carlo Sidonio e Roberto Rocchi, rispettivamente Presidente e Vice Presidente della Cassa danno seguito a quanto condiviso in maniera unanime da tutte le Parti Sociali dell’edilizia pavese, le quali preso atto della grave situazione sanitaria che il nostro territorio sta attraversando, ed in considerazione del fatto che la struttura ospedaliera locale è in prima linea nel fronteggiare Covid-19, hanno stabilito di contribuire in maniera tangibile all’emergenza.

Cassa edile Pavia in virtù del suo ruolo di mutualità e assistenza opera dal 1962 con lo scopo di offrire prestazioni assistenziali a più di 3.000 lavoratori e rispettivi familiari, e supporta oltre 800 imprese del settore.

 

 

 

30 settembre 2019 -RINNOVO CCNL LATERIZI E MANUFATTI

Sì al rinnovo del contratto collettivo nazionale Laterizi e manufatti industria. Sindacati di categoria FenealUil, Filca-Cisl, Fillea-Cgil e Confindustria Ceramica-settore laterizi e Assobeton hanno messo nero su bianco i nuovi contenuti che ora saranno sottoposti alle assemblee dei lavoratori.

Sottoscritto ieri, 30 settembre, l’accordo di rinnovo per il contratto collettivo nazionale Laterizi e manufatti industria dai sindacati di categoria FenealUil, Filca-Cisl, Fillea-Cgil e le controparti Confindustria Ceramica-settore laterizi e Assobeton. Soddisfatti i segretari nazionali F. Pascucci, G. Fiorucci, S. Federico che dichiarano: “dopo otto mesi di trattativa e nonostante la pesantissima crisi del settore siamo riusciti a dare una risposta, soprattutto salariale, ai 20 mila lavoratori che potranno beneficiare anche di altri avanzamenti sul piano dei diritti”

leggi tutto

ustcislpavialodi©2019

 

Edilizia. Sindacati: "Siglato il rinnovo del CCNL Edilizia Confapi. Interessa 50 mila addetti"

FILCA CISL: SIGLATA IPOTESI ACCORDO CCNL EDILIZIA CONFAPI

Con l’ipotesi di accordo per il rinnovo del CCNL Edilizia Confapi sottoscritta oggi, si rafforza la strategia unitaria di Feneal Uil, Filca Cisl e Fillea Cgil per contrastare ogni forma di dumping contrattuale all’interno del settore, precondizione per una comune battaglia delle parti sociali contro i troppi CCNL che si applicano surrettiziamente nei cantieri, in un costante massimo ribasso di diritti e salari (dal multi servizi a quello metalmeccanico artigiano). Questa ipotesi di accordo rafforza infatti l’uniformità di applicazione contrattuale, armonizza i costi contrattuali e rafforza l’univocità del sistema bilaterale edile, tra i più avanzati nel Paese.Il contratto, sottoscritto dai sindacati di categoria FenealUil, Filca-Cisl, Fillea-Cgil Confapi, interessa circa 50 mila addetti e prevede da un punto di vista salariale un aumento a parametro 100 (operaio comune) di 50 euro (65 operaio specializzato) salvaguardando gli aumenti previsti dal passato rinnovo, l’aumento di altri 2 euro (a parametro 100, che diventano 2,6 per operaio terzo livello) del contributo collettivo obbligatorio per la Previdenza complementare. Questo accordo conclude il rinnovo del CCNL dopo l’intesa già siglata con Confapi lo scorso 13 marzo che prevedeva un aumento, totalmente a carico delle imprese, delle aliquote per sanità integrativa (0,35% sulla massa salari, che a regime potrà contare su un contributo dello 0,60% per gli operai su un minimo dichiarato di 120 ore; 0,26% per gli impiegati) e di quelle per il Fondo Prepensionamento (+0,10%, arrivando allo 0,20) e un versamento di 0,10% per la costituzione di un Fondo per incentivare l’occupazione giovanile. Salvaguardato infine il secondo livello di contrattazione territoriale individuando nel 1 settembre 2019 la data per la ripartenza delle trattative di 2° livello. La scadenza del contratto è stata fissata al 30 settembre 2020, allineandola alla fine dell’anno Cassa Edile.Spiegano i segretari nazionali di Feneal-UIL, Filca-CISL e Fillea-CGIL, Francesco Sannino, Stefano Macale e Antonio Di Franco: “Il Verbale di accordo per il rinnovo del CCNL Edilizia Confapi segna un ulteriore passo avanti per l’omogeneizzazione dei diversi Contratti del settore edile con l’obiettivo di evitare ogni tentazione di dumping contrattuale. Ci auguriamo di chiudere presto con lo stesso spirito e merito il CCNL edile delle imprese artigiane”.

ustcislpavialodi©2019

 

15 marzo 2019 - SCIOPERO delle COSTRUZIONI - RILANCIARE L'EDILIZIA

Oggi venerdì 15 marzo 2019 la FILCA Cisl Pavia-Lodi a Roma a manifestare per la riapertura dei 600 cantieri bloccati dal Governo!

Furlan (CISL):"Oltre 600.000 persone hanno perso il lavoro in questo periodo di crisi,  tantissime aziende del settore sono state chiuse eppure il nostro paese ha un bisogno urgente di infrastrutture per unire nord al sud." Settore colpito duramente ! Troppi disastri in questo paese. troppi morti, alluvioni...

Rilanciare l'edilizia, ci sono ponti, strade, gallerie, edifici pubblici, scuole da mettere a norma, da ristrutturare.

Turri (FILCA Cisl): "Basterebbero questi 600 cantieri bloccati a produrre lavoro per almeno 350.000 lavoratori.

ustcislpavialodi©2019

 

 

 

VENERDI' 15 MARZO SCIOPERO NAZIONALE DELLE COSTRUZIONI

Treni speciali, traghetti, aerei, 200 pullman porteranno domani, venerdì 15 marzo, migliaia di lavoratrici e lavoratori delle costruzioni in Piazza del Popolo a Roma, in occasione dello sciopero generale di tutti i comparti del settore (edilizia, cemento, lapidei, legno arredo, laterizi), mobilitati da oltre un mese con assemblee, presidi, manifestazioni in tutti i territori. Sciopero che ha già prodotto un risultato, la convocazione dei sindacati da parte del Governo proprio domani, alle ore 13:30, con all’ordine del giorno lo sblocca cantieri. “Bene nel metodo un tavolo parti sociali-Governo su come sbloccare i cantieri”, spiegano i segretari generali di Feneal Filca Fillea, “questo è un primo risultato delle mobilitazioni confederali e di categoria. 

 VEDI MANIFESTO(da Filca Cisl)

ustcislpavialodi©2019

 

 

INCIDENTE SUL LAVORO A MORTARA: un giovane operaio di 32 anni morto schiacciato

COMUNICATO STAMPA

FILLEA  FILCA  FENEAL  PAVIA

Un infortunio mortale sul lavoro in Provincia di Pavia

Un’altra morte sul lavoro, un operaio di 32 anni, con un contratto di lavoro in somministrazione per una azienda di trasporti di proprietà della Ditta Saviola, un’azienda leader nel settore del Legno Industria .
Il terribile infortunio è accaduto questa mattina sul piazzale della sede di Mortara della ditta Saviola, dove l’operaio ha perso la vita schiacciato da una pala meccanica.
Sono ancora in corso gli accertamenti per capire le dinamiche dei fatti e le responsabilità di quanto è accaduto, ma come Fillea Cgil Filca Cisl Feneal Uil del Territorio di Pavia denunciamo ancora una volta come la precarietà e la frammentazione d’impresa, in tutte le sue forme, incida sulla salute e sicurezza di tutti gli ambienti di lavoro.
La ricerca della riduzione dei costi nell’organizzazione del lavoro da parte delle aziende, genera situazioni non controllate che possono diventare devastanti sotto il profilo della salute e sicurezza.
Come Organizzazioni sindacali di categoria nei prossimi giorni metteremo in campo iniziative utili a denunciare ancora una volta la mancanza del rispetto delle regole fondamentali del Decreto Legislativo 81 e chiederemo al Gruppo Mauro Saviola un incontro per chiarire le dinamiche e le responsabilità dell’accaduto.

Come Segreterie FILLEA FILCA FENEAL PAVIA esprimiamo il nostro cordoglio e la nostra vicinanza alla famiglia del lavoratore deceduto.

Pavia, 30 agosto 2018