RAFFINERIA Eni SANNAZZARO:1 minuto di silenzio per il collega di Ancona.

ASSEMBLEA UNITARIA RAFFINERIA SANNAZZARO d.B.: ancora vittime sul lavoro!

I lavoratori in assemblea unitaria ricordano il collega morto al largo di Ancona con 1 minuto si silenzio.

  
Iniziata l'assemblea con la presentazione del segretario della RSU eni Sannazzaro e con un minuto di silenzio per la morte del collega a largo delle coste di Ancona. Dopo un saluto a tutti i presenti apre il dibattito passando la parola a Emilio Michele Segr. Gen Filctem Nazionale. E. Michele nel suo intervento dedica qualche minuto alla sicurezza sul lavoro e che gli incidenti stanno aumentando in Italia e che la Filcem/Femca/Uiltec Nazionale hanno chiesto un incontro sul tema e che nei prossimi giorni incontreranno Eni per capire le dinamiche senza dare colpe fin quando non c’è chiarezza dalla magistratura. 
Michele si sofferma anche sul rinnovo CCNL Energia e Petrolio passando sui temi delle Classificazioni Crea e aumenti salariali in linea con quanto fatto nel passato tra inflazione e settore. Si augura e si auspica che tutte le richieste fatte su crea/classificazione siamo tolti dal tavolo per cercare di fare un contratto veloce per rispondere alle necessità dei laboratori.
L'intervento di Maurizio Ferrari Segr. Generale Femca Pavia/Lodi mette in evidenza l’unitarietà sindacale territoriale e non solo inoltre il rapporto tra paese e imprenditori locali uscendo dalle dinamiche territoriali guardando più avanti per crescere come provincia. L’ultimo passaggio riguarda le risposte contrattuali per i lavoratori della raffineria quadri/turnisti e non solo un contratto che includa anche tutto il perimetro delle aziende appaltatrici del perimetro della raffineria.
La chiusura dell’assemblea è affidata a Maurizio Landini segretario generale del CGIL Nazionale il quale parte dalla piattaforma unitaria CGIL CISL UIL illustrando la posizione unitaria senza vedere il colore del governo ma stando sulle questione, basti pensare agli investimenti che si fanno in questo paese pochi, bisogna fare investimenti per rilanciare il paese.
ustcislpavialodi©2019