RIPRESO IL CONFRONTO CON CONFINDUSTRIA: il Patto per la Fabbrica è il punto di ri-partenza.

Categoria: Notizie
Pubblicato Martedì, 08 Settembre 2020 07:48
Visite: 122

Primo incontro tra le OOSS e Confindustria a Roma: quattro ore di confronto. Giusto il Patto per la Fabbrica della Fabbrica firmato nel 2018.

FURLAN - Mi sembra di aver colto da parte di Confindustria un buon segnale a favore della contrattazione e del ruolo delle parti sociali. Un buon primo incontro, ricco di spunti''. Così la Segretaria generale della  Cisl, Annamaria Furlan, al termine dell'incontro, durato oltre 3 ore, tra il presidente di Confindustria, Carlo Bonomi, e i leader di Cgil, Cisl e Uil, Maurizio Landini, Annamaria Furlan e Pierpaolo Bombardieri. Sul tavolo i rinnovi contrattuali ancora da chiudere, a cominciare da quello dei metalmeccanici, l'attuazione del patto per la fabbrica e il Recovery Fund.

"Fatto rilevante è la conferma da parte di tutti noi, ma anche di Confindustria del Patto per la Fabbrica". Ha proseguito Furlan sottolineando di ritenere questo punto  “assolutamente importante perchè in quel patto avevamo individuato indicazioni molto precise sul rinnovo dei contratti e ho colto la volontà' di esercitare la contrattazione", ha concluso.
Altra buona notizia, sottolinea la Segretaria generale della Cisl, “il presidente Bonomi si è assunto la responsabilità di agevolare, aiutare e sostenere il rinnovo della sanità privata".

La Segretaria generale della Cisl sarà ospite, oggi 8 settembre, della trasmissione 'Agorà' su Rai Tre per parlare di contratti e del confronto odierno con Confindustria.

"Questa deve essere la stagione dei rinnovi contrattuali” ha concluso Furlan, ricordando che sono oltre 10 milioni i lavoratori che aspettano il rinnovo del contratto di lavoro.

 

 

BONOMI (CONFINDUSTRIA)«È stato un incontro utile, un primo approccio. Da imprenditore sono ottimista, è iniziato un percorso per dare anche un segnale al paese e alla politica.La riduzione dell'orario non è la strada giusta! Punto di riferimento, ha ribadito il presidente di Confindustria il Patto della fabbrica, firmato nel 2018.

ustcislpavialodi©2020