CISL PAVIA LODI A ROMA "Ambiente. Cgil, Cisl, Uil presentano: Per un modello di sviluppo sostenibile, lavoro, ambiente, clima, territorio.

Pubblicato Giovedì, 26 Settembre 2019 20:22

Roma, 26 settembre 2019: domani 27 settembre la CISL in piazza con i Giovani!

CGIL CISL e UIL SI RITROVANO A ROMA ALLA VIGILIA DELLO SCIOPERO CONCLUSIVO di domani  che arriva a chiusura della #WeekForFuture, la settimana di manifestazioni per il clima indetta da Fridays For Future in tutto il mondo. La settimana è cominciata venerdì 20 settembre, con manifestazioni in 130 paesi nel mondo: secondo gli organizzatori, hanno coinvolto 4 milioni di persone complessivamente. Presentato bozza di documento unitario.

“Concertazione e negoziazione, con un ampio mondo di attori istituzionali, imprenditoriali e del terzo settore, sono strumenti imprescindibili per un modello di sviluppo sostenibile”. È quanto si legge nel documento che Cgil, Cisl e Uil hanno presentato e discusso quest’oggi nel corso di un’iniziativa che si è tenuta a Roma nella sede nazionale della Cgil, e durante la quale sono intervenuti la vice segretaria generale Cgil Gianna Fracassi, il segretario confederale Cisl Angelo Colombini e la segretaria confederale Uil Silvana Roseto.
 
Inoltre, nel documento unitario dal titolo ‘Per un modello di sviluppo sostenibile, lavoro, ambiente, clima, territorio’ si sottolinea la necessità di “iniziative innovative per l’economia verde e, in particolare, di una nuova politica industriale che preveda un incremento programmatico degli investimenti nazionali, infrastrutture ambientali ed energetiche, la messa in sicurezza del territorio, la prevenzione antisismica e idrogeologica, oltre che sviluppare misure credibili per il raggiungimento di target sull’energia rinnovabile, salvaguardando i livelli occupazionali, a partire della prossima legge di Bilancio”.
 
A tale proposito, Cgil, Cisl e Uil chiedono “la costituzione di una Cabina di Regia, sotto la Presidenza del Consiglio dei Ministri, con il coinvolgimento delle parti economiche e sociali, per coordinare le politiche di sviluppo sostenibile, la riconversione ecologica delle produzioni, e per sostenere i lavoratori coinvolti nell’emergenza climatica”.
 

FURLAN - ll sindacato ”è lo strumento per stare insieme, per affrontare e vincere la solitudine delle persone, il senso di disperazione e di emarginazione sociale presente soprattutto nelle nostre periferie urbane e del lavoro. Attraverso la rappresentanza, la contrattazione e soprattutto la formazione - conclude Furlan - possiamo fare una grande operazione culturale, far riflettere tutti sui bisogni reali del territorio e delle persone. Insieme ai giovani dobbiamo e possiamo costruire alleanze sociali nelle comunità e nei territori, in modo da cambiare i luoghi di lavoro, con una sintonia vera tra sviluppo, lavoro, scuola, nuove tecnologie, tutela dell'ambiente e della salute dei cittadini".

Intanto il ministro dell’Ambiente Costa annuncia che il 3 ottobre sarà presentato in Consiglio dei ministri il decreto Clima. ”Se c’è un'emergenza climatica - osserva - c'è anche un'emergenza legislativa; e il decreto legge è un decreto di urgenza, fermo restando che poi il Parlamento lo può arricchire”.

 
ustcislpavialodi©2019